TUEAMORE AIUTA I MALATI ONCOLOGICI E LE LORO FAMIGLIE AD AVERE UN ALLOGGIO GRATUITO, NEI PRESSI DI UN OSPEDALE DI ECCELLENZA

Cos'è la piattaforma internet Tueamore?

La piattaforma Tueamore realizza l'incontro fra la "domanda" (malati oncologici e loro familiari che necessitano di spostarsi sul territorio nazionale per accedere a visite specialistiche, cure, indagini strumentali, interventi chirurgici etc., nei luoghi di cura liberamente scelti) e l’offerta solidale (case d'accoglienza - religiose o laiche -, b&b, alberghi, case vacanze, agriturismi, case private) in modo da ottimizzare l’organizzazione degli spostamenti e incentivare il paziente a riferirsi a centri di eccellenza, senza impedimenti economici.

Qual è l'obiettivo? 

L’obiettivo della piattaforma è quello di assicurare la reale possibilità di accesso alle cure oncologiche e di garantire realmente a tutti i cittadini la possibilità della prognosi migliore possibile: aiutando così a debellare la c.d. tossicità finanziaria

Come funziona?

Cliccando su "Offri un alloggio", potrai mettere a disposizione una stanza, per soggiorni più o meno lunghi, gratuitamente o a prezzo simbolico o di costo (rimborso spese vive come ad esempio cambio biancheria e pasti): costi che potranno essere sostenuti dalla stessa Onlus Tueamore, qualora non fosse esaurito il fondo donazioni.

Analogamente il malato, dopo aver consultato il prezioso sito dell'aimac Oncoguida.it (sito in cui si potranno individuare le strutture sanitarie più opportune per la propria patologia ), cercherà su questo sito il luogo di ospitalità più vicino.

Chi può offrire un alloggio? Chiunque!

- Le Case di accoglienza di proprietà di enti religiosi o Onlus;

- Le Unità ricettive, quali B&b, Hotel e Agriturismi, che desiderino entrare in questa rete solidale, e le quali oltre l’immensa gratificazione di aiutare una persona momentaneamente in difficoltà, per un brevissimo periodo di tempo, tra l’altro concordato in anticipo, avranno anche l’opportunità di differenziarsi dalle altre unità ricettive. Difatti, riceveranno dalla Onlus una visibilità sulla piattaforma e sulla pagina fb, oltre che un attestato e un adesivo con il nome Tueamore da apporre nei propri locali, al fine di dimostrare la propria appartenenza ad una rete così meritevole;

- Infine i privati, già tuttora impegnati in questa operazione di solidarietà ma solo attraverso limitato "passaparola", potranno mettere a disposizione una stanza o la seconda casa: in tal caso la Onlus dovrà essere avvertita anticipatamente al fine di compiere i necessari controlli di garanzia.

Primo censimento nazionale della solidarietà

Poiché non esiste un elenco nazionale delle case di accoglienze solidali; visto che le case di accoglienza non hanno una forte presenza online; e visto che le case di accoglienza sono raggiungibili spesso solo mediante il passaparola e la ricerca in loco: 

dal 9 febbraio 2017 - al 9 febbraio 2018 la Onlus Tueamore, attraverso l’opera di volontari e altre Organizzazioni No profit, contatterà il maggior numero di Case d’accoglienza (religiose o laiche), vicino alle strutture ospedaliere d’eccellenza, le quali offrono alloggi gratuiti o a prezzo simbolico, allo scopo di reperire tutte le loro generalità ed inserirle (gratuitamente) all’interno della Piattaforma internet Tueamore.org: così facilitando il malato oncologico e i suoi familiari nella ricerca di un alloggio solidale.

Conclusasi l'attività di censimento verrà realizzato un dettagliato report per consentire agli utenti e a qualsiasi istituzione pubblica interessata di comprendere con chiarezza il fenomeno delle migrazioni sanitarie - mettendo così in atto ulteriori azioni volte a contrastare il fenomeno della "tossicità finanziaria".